FRAGRANZE AMBIENTE:

SAI COSA RESPIRI?

L’arredo olfattivo è una delle mie passioni. Amo arricchire gli spazi domestici e lavorativi con fragranze ambiente che ricerco accuratamente, sia dal punto di vista della profumazione e della sua composizione, sia da quello del design del flacone. E a quanto pare non sono l’unica!

Il mercato delle fragranze ambiente vede già da qualche anno una crescita costante, che è destinata a perdurare. La pandemia ha poi accentuato il desiderio di rendere i nostri spazi domestici più accoglienti e piacevoli. La domanda di questi prodotti è in crescita e la naturale conseguenza è che sul mercato si trova davvero “un po’ di tutto”.

Ora ti faccio una domanda…quando acquisti una fragranza ambiente tieni in considerazione quello che andrai a respirare per giorni o mesi?

Diffusore fragranze ambiente, candela profumata

Vediamo perché è importante ciò che respiriamo e perché dovremmo sempre conoscere bene le fragranze ambiente che diffondiamo.

Il profumo è il fratello del respiro. Questa famosa frase ci dice come il legame tra fragranze e respiro sia imprescindibile. Il profumo è invisibile e intangibile e quindi spesso non poniamo molta attenzione a ciò che contiene. Il fatto che abbia un buon odore non significa che sia sempre innocuo per la nostra salute.

Ora, senza voler entrare in dettagli di anatomia e medicina che non mi competono, ti basti pensare che:

  • ciò che respiri quando sei incinta arriva al feto
  • le molecole che respiri possono seriamente danneggiare il tuo apparato respiratorio, i tuoi polmoni e il tuo cuore
  • alcune sostanze che respiri sono interferenti endocrini in grado di alterare la normale funzione ormonale, causando gravi danni alla tua salute
  • ci sono agenti chimici che vengono utilizzati nei profumi come conservanti e solventi che sono ritenuti cancerogeni
  • le sostanze contenute nelle molecole odorose possono influenzare le tue emozioni e il tuo stato d’animo (se lo hai perso, dai un’occhiata al mio articolo dedicato all’Aromacologia)

Ti vedo…stai pensando “ma allora le fragranze ambiente sono pericolose?

Assolutamente no! Io sono una grande estimatrice della profumo-terapia, è il mio mondo, utilizzo e consiglio le essenze come supporto e accompagnamento emotivo. Quello che voglio dirti è di informarti sempre prima di acquistare un prodotto, controllare l’INCI, verificare se il brand ha ottenuto particolari certificazioni e ricercare la qualità…quella provata, non soltanto pubblicizzata. Ci sono veramente ottimi prodotti in commercio e molte linee stanno dedicando particolare attenzione alle formule delle loro fragranze, per fare in modo che siano rispettose della persona e dell’ambiente.

Sono certa che cerchi sempre di evitare di mettere nel piatto verdura trattata con pesticidi. Lo stesso dovresti fare per quello che diffondi nell’ambiente. Vediamo allora quali sono le sostanze che vanno sempre evitate:

  • TouleneBenzene: entrambe sono utilizzate come solventi per i profumi e il benzene è contenuto anche nella paraffina che viene spesso utilizzata nelle candele. Sono considerate cancerogene.
  • Ftalati: sono derivati del petrolio e sono i famosi interferenti endocrini. In profumeria viene utilizzato il Dehp. Sono considerati anche come possibili cancerogeni.
  • FormaldeideAcetaldeide: tossici e possibili cancerogeni.

Tra i prodotti potenzialmente più pericolosi ci sono quelli a combustione, quindi candele e incensi, in quanto possono contenere alte concentrazioni di COV (Composti Organici Volatili) che sono spesso causa di allergie, irritazioni, asma e sono potenzialmente cancerogeni. Anche in questo caso, vale la regola del controllo del prodotto e della qualità.

Contenitori graduati in vetro per laboratorio chimica, molecole di sintesi
Photo by Tara Winstead from Pexels

Agenti Chimici VS Molecole di Sintesi.

È importante fare una distinzione tra l’utilizzo in profumeria di agenti o sostante chimiche e di molecole di sintesi. La parola sintesi purtroppo viene spesso mal interpretata o viene legata a qualcosa di negativo. Nulla di più sbagliato, almeno ai giorni nostri.

Le molecole di sintesi vengono introdotte in profumeria agli inizi del secolo scorso e dapprima i controlli sono stati francamente molto superficiali. Oggi esistono regolamentazioni e test severi e queste molecole sono considerate non solo sicure, ma anche sostenibili, in quanto sono una valida alternativa alla sovra-raccolta di materie prime naturali (pensiamo alla vaniglia) e all’utilizzo di materie prime di origine animale (pasta di zibetto, muschio tonkino, castoreum).

Inoltre, consentono di ricreare odori presenti in natura, ma che non si possono estrarre dalle relative materie prime naturali, come il mughetto. Infine, possono essere una valida alternativa per i soggetti particolarmente allergici, in quanto la maggior parte delle reazioni sono causate da componenti presenti nelle materie prime di origine naturale.

Come riconoscere le molecole di sintesi? Hanno dei nomi piuttosto intriganti…saldalore, hedione, ambroxan, decalactone.

Diffusore di fragranze ambiente a ultrasuoni
Water photo created by pvproductions – www.freepik.com

Qualche consiglio sull’utilizzo delle fragranze ambiente.

  • Il primo consiglio è di cercare di evitare quella che definisco la cacofonia olfattiva, ovvero riempire il nostro ambiente con troppi odori differenti e talvolta discordanti. Ricordati che gli odori hanno un’influenza sul nostro stato d’animo e sulle nostre emozioni e troppi odori contrastanti possono disturbare la nostra mente. In un ambiente non esistono soltanto le fragranze che diffondiamo, perché ormai ogni prodotto che utilizziamo per la pulizia della casa ha un proprio profumo. Cerca allora di utilizzare la stessa profumazione per ciascuno di questi prodotti, oppure prova ad armonizzarli utilizzando la stessa famiglia olfattiva.
  • Il secondo consiglio è di non usare fragranze troppo invadenti. Non è piacevole entrare in una stanza e essere letteralmente assaliti da un profumo. La fragranza deve essere qualcosa che ci fa compagnia, non un ospite indesiderato! Ricorda poi che anziani, bambini, donne in gravidanza e animali domestici hanno una sensibilità accentuata verso i profumi. Cerca di rispettarli se vivono con te o se sono tuoi ospiti.
  • Il terzo consiglio è il più importante: apri spesso le finestre e fai circolare l’aria.

Se hai altri dubbi o domande su questo argomento, scrivimi.

A presto,

Raffaella

Se hai trovato l'articolo interessante, CONDIVIDILO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *