COME USARE GLI OLI ESSENZIALI PER UN SUPPORTO EMOTIVO

Usare gli oli essenziali come supporto emotivo è possibile?

Sicuramente mettere il naso in questi concentrati estremamente profumati ci può essere di grande aiuto ed è molto più semplice e piacevole di quanto pensi.

Ti è mai capitato di dover presentare il progetto al quale hai dedicato tempo e fatica, che sai essere assolutamente innovativo e vincente eppure sentirti terribilmente insicura?

Oppure di dover chiarire un malinteso con un’amica e sentirti così ansiosa prima dell’incontro da aver quasi paura di esprimere le tue ragioni?

O vivere un rapporto di coppia assolutamente insoddisfacente, solo per paura dell’abbandono?

Oppure semplicemente dover prendere il volo per il viaggio dei tuoi sogni a New York in stile Sex & The City e non chiudere occhio per giorni per paura che l’aereo precipiti?

Tutto questo ha a che fare con le nostre emozioni che sono delle compagne di viaggio preziosissime, anzi indispensabili nella nostra vita. Senza emozioni vivremmo come in un quadro di tela bianca. Non a caso vengono identificate con i colori: la gioia è gialla, la rabbia è rossa, la tristezza è blu, la calma è verde.

Succede però che in alcuni momenti le reazioni alle nostre emozioni siano esagerate, fuori controllo e rischiano di minare il nostro equilibrio psico-emotivo.

Anxiety scritta su cubi di legno Ansia

Sarà capitato anche a te di vivere dei periodi in balia delle tue emozioni, non riuscendo ad esprimere la tua personalità, a far emergere i tuoi talenti perché vittima di paure, di mancanza di autostima, di fragilità e inquietudine. Se non ci occupiamo della nostra sfera emotiva queste situazioni possono peggiorare o cronicizzarsi, sfociando anche in somatizzazioni che ci creano veri e propri problemi fisici che bloccano le nostre normali attività quotidiane.

Fortunatamente la Natura ci viene in soccorso regalandoci gli oli essenziali che rappresentano un vero e proprio supporto emotivo.

Ti stai chiedendo come?

Per capirlo partiamo dal nostro senso più primordiale: l’olfatto.

Il senso dell’intuizione, dell’allerta, del piacere, della memoria e naturalmente delle emozioni. Lo sapevi che il feto sviluppa il senso dell’olfatto già al 7 mese di gestazione? E che già appena nato riconosce gli odori dei cibi che la mamma consumava abitualmente in gravidanza?

L’olfatto è tanto importante per la nostra sfera emotiva in quanto direttamente collegato al sistema limbico, che è la parte del nostro cervello che gestisce memoria e emozioni.

Respirando gli oli essenziali facciamo in modo che i principi attivi in essi contenuti mandino un messaggio ben preciso al nostro sistema limbico, provocando una risposta sul sistema nervoso.

Va da sé che attraverso questo collegamento diretto è possibile quindi guidare la nostra risposta emotiva con odori e profumi.

Flaconi vetro ambrato oli essenziali mezzo arancio

Di questo si occupa l’Aromacologia che utilizza oli essenziali, assolute e isolati per (ri)equilibrare la nostra sfera psico-emozionale.

Ecco quindi che il semplice gesto di annusare un particolare olio essenziale, di diffondere un blend specifico o semplicemente di indossare una fragranza può aiutarci a contenere o incentivare una risposta emotiva.

Non è fantastico?

Con questo non ti sto dicendo che basta annusare un olio essenziale per risolvere gravi problemi di ansia o cancellare improvvisamente tutte le tue paure.

Ti dico però che l’utilizzo di oli essenziali è un validissimo supporto naturale per riequilibrare il nostro stato psico-emotivo che, in alcuni periodi, può subire veri e propri scossoni.

Vediamo ora in concreto quali sono le modalità di utilizzo degli oli essenziali come supporto emotivo.

Affinché le molecole odorose possono entrare in contatto con il nostro sistema olfattivo e permettere alle sostanze contenute negli oli essenziali di agire sulle nostre emozioni, abbiamo 3 possibilità:

  • DIFFUSIONE AMBIENTALE
  • INALAZIONE DIRETTA
  • UTILIZZO DI PROFUMO SULLA PELLE

Puoi così decidere di utilizzare un diffusore in ufficio o nello studio dove lavori e, al tempo stesso, aiutare la tua concentrazione; puoi indossare un olio-profumo con una specifica miscela che ti permetta di affrontare con più sicurezza il tuo capo e chiedergli pure l’aumento!

Io stessa che amo tanto viaggiare e lo faccio anche per lavoro, non sono assolutamente a mio agio in aereo – lo sanno bene le mie amiche alla quali stritolo puntualmente la mano durante il decollo! – e da anni non parto mai senza il mio stick olfattivo con una miscela di oli essenziali calmanti.

E tu sei pronta per iniziare ad occuparti delle tue emozioni in modo naturale, piacevole, elegante e soprattuto profumatissimo?!

Mi raccomando, non perderti i prossimi articoli dove ti spiegherò in dettaglio i 3 modi di utilizzo degli oli essenziali in Aromacologia.

A presto,

Raffaella

Se hai trovato l'articolo interessante CONDIVIDILO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *